Franco Mauli - Associazione Antiche Contrade

Vai ai contenuti

Franco Mauli

Collaborazioni
  • negli anni 1965-68 partecipa ad alcune collettive  (S. Michele, Càdidavid, etc.)

  • 1967 partecipa alla selezione nazionale (circa duemila adesioni) promossa dalla rivista Arte (G. Mondadori), collocandosi nel primo gruppo di venti individuato dalla commissione presieduta da E. Bay

  • 1968 al 1972 frequenta con regolarità lo studio dello scultore Gino Bogoni, con cui collaborerà in seguito, soprattutto per la parte grafica.

  • 1969 ottiene il Bucranio d’argento nel corso della collettiva per giovani artisti organizzata dall’università di Padova.

  • 1969 si iscrive alla facoltà di architettura di Venezia e all’accademia d’arte della stessa città, per passare nel 1970 alla facoltà di medicina della vicina Padova.

  • 1970 partecipa alla collettiva (Cantin, Rossetto, Zandonella, Innocente) alla galleria Linea 70 di Verona.  

  • 1970 incontra Giovanni Meloni, con cui inizierà una amicizia e collaborazione che dura fino ad oggi.

  • Dal 1974 incontra Francesco Conz, con cui collabora nella gestione di artisti che fanno capo ai movimenti Fluxus e Wiener Aktionismus; in questo contesto si confronta con artisti quali D.Higgins, B.Watts, C.Mormann, P.Corner, B.Patterson, J.Hidalgo, M.Knizak, G.Brus, O.Muhl, altri; in particolare con G.Desiato e H.Nitch; incontra e interagisce poeti quali  E.Villa, Ferlinghetti e Hirschman.

  • 2009 realizza l’oggetto-scultura “Io e + …” derivante da un progetto del 1970 e lo espone a Villa Buri e a Villa Guerina.

  • Dal 2010 collabora, con intensa continuità, con Giulia Ferrarese in vari ambiti di espressione e nella gestione della Grottina, piccola realtà artistica di campagna.

  • Dal 2010 collabora con la curatrice E.Wahl e la stessa Giulia Ferrarese nell’aggregare il patrimonio culturale lasciato da Conz e porre le basi per la ripresa e lo sviluppo di un rinnovato soggetto-movimento.


ARTFARM 2014

Foto di Giacomo Albertini
Torna ai contenuti