Edizione 2009 - Associazione Antiche Contrade

Vai ai contenuti

Edizione 2009

Terra e Arte
Edizione 2009 / Cristina Garilli - NATURA SAGRADA

tr/AMA  2009
Tra la Terra e il Cielo non ci sono solo minerali, piante e animali.
Ci siamo noi, gli esseri UMANI, che stiamo MALE, perché siamo sempre più S/NATURATI.
Non solo per il nostro modo di vivere MALATO….non più in contatto con i TEMPI e gli SPAZI del mondo concreto che ci circonda…MA perché stiamo SMARRENDO anche la percezione del nostro MONDO INTERIORE.
E' come se il progressivo STACCARCI dalla SENSORIALITA' stesse ASCIUGANDO anche il nostro SENTIRE. E i nostri SENTIMENTI!
Non sappiamo più AMARE…le cose che tocchiamo, vediamo, annusiamo, gustiamo e ascoltiamo. Spesso…non sappiamo più AMARE la VITA stessa e le persone COME NOI.
O pensiamo troppo, ed è il regno dell'ANSIA e della DEPRESSIONE, o NON pensiamo affatto, e lì prevalgono le SOMATIZZAZIONI.
L'ARTE è la dimensione esplorativa per eccellenza.
E' l'ANIMA curiosa che CERCA la MATERIA e, GIOCANDO in libertà, guarda avanti, DENUNCIA e ANTICIPA il nuovo.
Abbiamo bisogno di RISENTIRCI dentro la natura.
RICATTURARLA, RIVISITARLA, RIDIGERIRLA.
Farla di nuovo nostra, perché NOI siamo natura e la natura CI è padrona.
La LAND ART è terreno privilegiato di questo confronto.
A MANI NUDE, senza TECNOLOGIA.
La proposta tr/AMA intende mettere assieme un INTENTO, un INTRECCIO, un dichiarato INNAMORAMENTO.
L'ALBERO è il simbolo della vita, tramite tra Terra e Cielo.
E' là, dai suoi rami, che possiamo APPENDERE le SPERANZE di una RICONCILIAZIONE fra noi e il vivente.


Edizione 2009 / Guido Ghidorzi - tr/AMA
Edizione 2009 / Marta Pagan Griso - SALAMANDRE
Edizione 2009 / Daniele Pagani - SOLE
Edizione 2009 / Chiara Reggiani - SPAZIO TEMPORALE
Edizione 2009 / Marta Scipioni - ARCAICA
Edizione 2009 / Cristofer Smolka - MEZZO
Edizione 2009 / Alberto Vesentini - PUNTO DI VISTA
Luogo Emozionale

Rivolgo il mio lavoro alla ricerca di quel legame che unisce il mistero umano
al divenire lento, ritmico, ciclico e in perenne movimento della natura.
Lo cerco tra i boschi, in riva al fiume e al mare, nei prati, nel cielo, negli animali, nelle pietre.
Mi avvicino ai luoghi e alla loro poesia, rendendo loro omaggio in rispettoso ascolto.
In una dimensione in cui si accendono riflessioni emozionanti, lontane dalla velocità e dal disorientamento del tempo presente.


Accolte in un grembo protetto le nostre emozioni riprendono spazio.
Testimone-attivatrice la Natura nella sua immutabile bellezza e perfezione.
Ponte ideale tra passato, presente e futuro.

Torna ai contenuti